Test, recensione Ultenic D5s Pro: l’inaspettato robot aspirapolvere che aspira, pulisce e lava

L’Ultenic D5s Pro è senza dubbio uno dei robot aspirapolvere che soddisfa buona parte delle esigenze dei clienti, dato il suo prezzo contenuto e le sue molteplici funzionalità. Tuttavia, la sua presenza sul mercato è passata quasi inosservata, a differenza di altri modelli del cui arrivo si parla spesso con mesi di anticipo.

Va detto che quando è stato rilasciato, è passato inosservato. Non abbiamo quindi esitato a effettuare un test per scoprirlo e darvi la nostra opinione sul robot aspirapolvere Ultenic D5s Pro. Il marchio pubblicizza grandi capacità di pulizia, vari accessori e una buona navigazione. Vedremo quanto sono fondate queste affermazioni.

I- Design e presentazione di Ultenic D5s Pro

Il nero è il colore preferito per i robot aspirapolvere. Tuttavia, a differenza degli aspirapolvere verticali più colorati, i modelli robotici sono più sobri. Quest’ultimo è circondato, come molti altri modelli, da una striscia rimovibile. Il suo ruolo è quello di garantire che non subisca un impatto eccessivo.

Ultenic-D5s-Pro-Robot-Scrubber

Sul fronte di questo robot aspirapolvere connessoMolti sensori sono integrati. Lo scopo di questi sensori è quello di consentire al dispositivo di muoversi facilmente evitando ostacoli e cadute davanti alle scale. Per accenderlo, basta premere un grande pulsante circolare. Il suo peso di 3,5 kg e le dimensioni di 32,51 x 32,5 x 7,3 cm lo rendono compatto e leggero.

II- Metodo di utilizzo

Questo dispositivo è realizzato in plastica dura e acciaio temprato e ha un diametro di 32,5 cm. Premendo una volta il pulsante “home” è possibile riportare il robot alla sua base. La pressione del pulsante di accensione per avviare la macchina richiede una pressione più lunga.

Per spegnere la macchina, è necessario premere a lungo il pulsante di accensione. Per avviare un ciclo di pulizia, premere brevemente il pulsante. È inoltre possibile mettere in pausa o riavviare il ciclo di pulizia secondo le necessità. L’uso di questo dispositivo è quindi semplice.

Grazie alle sue dimensioni ridotte e compatte, è facile pulire il pavimento. Può essere utilizzato anche per pulire i mobili senza difficoltà. È possibile far funzionare il pulitore anche per lunghi minuti, a seconda delle necessità. Che si tratti di pulire pavimenti duri o tappeti, questo robot svolge perfettamente il suo lavoro senza problemi.

L’Ultenic D5s Pro è dotato di due sistemi di navigazione per spostarsi: il sistema fisico e sistema di rilevamento a infrarossi. Anche la striscia anticollisione svolge un ruolo importante, in quanto non solo protegge il robot dagli urti, inevitabili per questo robot.

Questo robot aspirapolvere con WIFI può essere controllato a voce tramite Amazon Alexa o Google Assistant. È quindi possibile programmare il lavaggio a secco o a umido in base alle proprie esigenze. In altre parole, non è nemmeno necessario premere un pulsante una volta che il dispositivo è collegato.

Dispone anche di un piccolo mop per la pulizia del pavimento. Abbiamo persino notato che la sua funzione di “lavapavimenti” è molto più efficiente di quella del robot Venga 3-in-1.

III- Capacità di aspirazione: cosa aspettarsi dai 2500 Pa pubblicizzati

Siamo piuttosto attratti dalla capacità di aspirazione offerta da questo Ultenic D5s Pro come unrobot aspirapolvere. Questa potenza ha distrutto le fave di cacao che abbiamo gettato sul pavimento. Il robot ha aspirato tutto, permettendoci di riconoscere che la sua potenza di aspirazione massima è buona.

Tuttavia, questa elevata potenza spinge via solo la farina di grano e i chicchi di riso che avevamo sparso in giro. Per le particelle più piccole è necessaria una potenza di aspirazione inferiore. Le modalità Normale e Silenziosa sono quindi più adatte. Grazie ai 3 livelli di potenza di aspirazione a secco e ai 3 livelli di flusso d’acqua, è possibile adattare la sua potenza al tipo di sporco da trattare.

Le modalità di ricarica automatica e di potenziamento automatico sui tappeti vi aiuteranno a seconda del tipo di pavimento morbido. Il Robot Ultenic D5s Pro è quindi efficace sui tappeti a pelo corto. L’elevata potenza di aspirazione consente di trattare efficacemente anche i tappeti a pelo lungo.

IV- Filtrazione: la presenza di un filtro HEPA è un vantaggio?

Per quanto riguarda il filtraggio, non c’è molto da rimproverare. Questo Robot Ultenic D5s Pro L’Ultenic D5s Pro si comporta molto bene grazie ai suoi tre strati di filtri, che gli permettono di effettuare un filtraggio molto efficiente ed efficace. Anche se non dispone di strumenti per tagliare i peli e farli passare più facilmente, evita molto bene gli intasamenti.

La presenza di un filtro HEPA consente a questo aspirapolvere di trattenere gli acari della polvere e gli inquinanti presenti nell’aria, come i pollini. È quindi possibile utilizzarlo per pulire gli spazi in cui è richiesta una pulizia estrema. Il rischio di inquinamento secondario è quindi ridotto al minimo.

Questa buona filtrazione si ripercuote anche sul motore. Se il motore da 28 watt di questo robot aspirapolvere L’unico motivo per cui l’aspirapolvere robot rimane efficiente è la sua buona capacità di filtraggio. Quest’ultimo è superiore a quello di un Dibea D008 Pro. Potete essere certi che il vostro motore rimarrà sano.

V- Sistema di navigazione

Questo Ultenic D5s Pro L’Ultenic D5s Pro ha tutte le carte in regola per piacere. Il produttore annuncia infatti un prodotto in grado di conservare la cartografia di una casa. Il suo sistema di navigazione gli permetterebbe anche di creare una sorta di tana.

Può quindi creare linee rette e pulire rispettando le diverse parti che ha creato per sé. Questo robot aspirapolvere intelligente è dotato di sensori anticaduta e di sospensione. Una buona osservazione, si potrebbe chiedere. Ma non sono sufficienti a garantire una buona navigazione. Tuttavia, assicurano che l’aspirapolvere non cada dalle scale.

Un segnale segnala anche quando l’aspirapolvere è bloccato e non può più muoversi. Tuttavia, questi punti positivi sono messi in ombra dalla sua mancanza di precisione. Abbiamo scoperto che non segue uno schema preciso, ad esempio. È possibile vederlo passare più volte sullo stesso punto.

L’Ultenic D5s Pro in termini di mappatura non è il migliore. È piuttosto rischioso e non offre il meglio in termini di backup. Per ogni ciclo di pulizia, dovrà ripartire da zero, il che è problematico.

VI-Livello sonoro

Il silenzio è la parola d’ordine di questo aspirapolvere. Il livello di rumore è molto basso, compreso tra 55 e 63 dB. Quando si lavora su superfici come il parquet o le piastrelle, è molto silenzioso. Avrete l’impressione che nulla funzioni e che vi troviate nel mondo del silenzio.

Questo robot aspirapolvere è un po’ più rumoroso quando si lavora su superfici morbide come i tappeti. Questo perché passa alla modalità tappeto automatico. Una modalità più efficiente e quindi più rumorosa, ma comunque più silenziosa del Flexxo 25.2V Serie 4 di Bosch.

VII- Autonomia

Con una tensione di 120 volt, questo dispositivo è dotato di batterie al piombo. È in grado di lavorare in modo efficiente e duraturo grazie alla sua lunghissima autonomia. Con una classe energetica A++, questo robot aspirapolvere economicoPuò durare 2 ore e 30 minuti. Ha quindi una potenza sufficiente per pulire almeno 100 m2.

Questo tempo si riduce se si utilizza, ad esempio, la modalità Max. Se il pavimento è in moquette, l’autonomia è minore. In ogni caso, questo aspirapolvere è resistente e vi farà lavorare a lungo.

VIII- Connettività

Un’operazione molto semplice permette al robot di entrare in modalità di accoppiamento. La manipolazione richiede la pressione di entrambi i pulsanti “home” e “power” per 5 secondi. A questo punto è possibile collegarlo all’applicazione Ultenic.

Una volta accoppiato, è possibile avviare la pulizia a distanza utilizzando Alexa. È anche possibile programmare un ciclo di pulizia. Anche le diverse impostazioni per la modalità mop sono facili da eseguire. Questo robot aspirapolvere connesso ha davvero fissato il livello più alto in termini di programmazione, grazie alla possibilità di programmare giorni e orari specifici. Tuttavia, è necessario utilizzare il telecomando per pulire un’area specifica. Dovrete fare una mappatura. Ciò consentirà al robot di identificare l’area da pulire. Come si può notare, l’applicazione e il telecomando svolgono ciascuno un ruolo, per cui è possibile utilizzarli in base alle proprie esigenze.

IX-Manutenzione

L’intervista di questo robot aspirapolvere con WIFI è abbastanza semplice. Poiché è di colore nero, è necessario utilizzare un panno morbido e umido per pulire il corpo dell’apparecchio. Vi renderete presto conto che questo è essenziale per la sua manutenzione.

Il contenitore della polvere ha una capacità di 500 ml. Il serbatoio dell’acqua ha una capacità di 200 ml. Lo svuotamento del serbatoio dell’acqua è abbastanza semplice, in quanto è sufficiente rimuoverlo per svuotarlo. Il rischio di toccare la polvere o l’acqua sporca è basso, quindi non c’è da preoccuparsi.

La maggior parte degli articoli di questo Ultenic D5s Pro come robot aspirapolvere può durare almeno 150 ore. Una volta danneggiati, è necessario sostituirli. L’applicazione vi darà un’idea di quanto tempo ciascuno di essi è stato utilizzato.

X- I diversi accessori di Ultenic D5s Pro

L’Ultenic D5s Pro con caratteristiche ha le carte in regola per sedurre più di un utente. Il marchio ha pensato di posizionarsi anche sugli accessori, offrendo vari pezzi di ricambio e strumenti di manutenzione. È quindi possibile sostituire gratuitamente i componenti che hanno superato la loro utilità e continuare a godere di un dispositivo di qualità.

Il bonus per noi è la presenza di un manuale francese. Anche se può sembrare difficile da credere, molti manuali dei robot non sono tradotti in francese e sono quindi difficili da usare. Quindi si possono usare cose come :

  • Il robot aspirapolvere;
  • La base di ricarica ;
  • La spazzola laterale ;
  • Il filtro HEPA ;
  • Il mocio;
  • La spazzola per la manutenzione ;
  • Il telecomando ;
  • Il nastro magnetico;
  • L’adattatore;
  • La paletta per la polvere ;
  • Il raccoglitore d’acqua 2 in 1;
  • Il manuale (in francese)

XI- Ultenic D5s Pro vs iRobot Roomba 692 vs robot aspirapolvere: quale scegliere?

Il Roomba 692 ha una capacità di 0,6 l e la sua capacità di aspirazione è automatica. Non è quindi necessario selezionare la propria modalità di aspirazione. Il filtraggio è buono, ma la mancanza di un filtro HEPA può essere problematica.

Il suo sistema di navigazione è piuttosto approssimativo, ma ciò non gli impedisce di svolgere appieno il suo compito. Con un livello di rumorosità minimo di 60 dB e un’autonomia di 70 minuti, è un aspirapolvere abbastanza silenzioso e resistente. Anche l’applicazione iRobot HOME può utilizzare Alexa. Come si può notare, ci sono molte somiglianze tra ilUltenic D5s Pro e iRobot Roomba 692.

La connettività e il sistema di navigazione offrono risultati contrastanti. Ma il sistema di navigazione del Roomba iRobot sembra più disordinato di quello di Ultenic. Nonostante la sua piccola capacità, Ultenic offre un filtro HEPA. Questo è un aspetto positivo, perché impedisce agli acari della polvere e ai pollini di prosperare. La modalità mop e la modalità prezzo, di questo Ultenic D5s Pro gioca ancora di più a suo favore.

Punti positivi e punti deboli

Punti positivi

  • Tre livelli di potenza;
  • Modalità tappeto ;
  • La moda del mocio;
  • Basso livello di rumore ;
  • Prezzo interessante.

Punti di debolezza

  • Non è un’applicazione molto attraente;
  • Mancanza di memoria per la mappatura
Clemente Biondo
Clemente Biondo
Clemente Biondo

Sono il proprietario e probabilmente colui che scriverà più spesso qui (scusate in anticipo!), dopo aver testato più di 100 aspirapolvere, sono in grado di dire entro i primi 5 minuti quanto è buono un aspirapolvere. Alcuni dicono che sia un superpotere...