Test, opinioni iRobot Roomba i3+ i3552 : il miglior robot aspirapolvere per peli di cane

L’iRobot Roomba i3+ è uno degli aspirapolvere di punta del marchio per le sue prestazioni nella rimozione dei peli di animali domestici e di altri tipi di sporco. Come abbiamo capito da tempo, pochi robot eccellono in tutte le categorie.

Per questo motivo il progettista si concentra solitamente su un’area specifica in cui massimizza le proprie competenze. Nel caso di questo iRobot, i peli di cane sono il suo obiettivo principale. Il marchio pubblicizza le massime prestazioni in presenza di peli di animali. Giusto o sbagliato? Scopriamo insieme di cosa è realmente capace e condividiamo le nostre opinioni su iRobot Roomba i3+.

I- Progettazione e presentazione iRobot Roomba i3+/i3558/3552

Date le sue caratteristiche, la scatola è inevitabilmente imponente. Fornito con il sistema autodrenante Clean Base, pesa 3,4 kg. Le dimensioni sono comunque normali, per cui è possibile riporlo in un angolo. I colori disponibili sono Cool e Blue Grey.

Come i suoi predecessori, questo robot è molto elegante. I dettagli dei lucidi accentuano ulteriormente il suo carattere moderno. L’effetto marmorizzato dell’ambiente circostante il robot non lo contraddice. Anche se il Capacità di 0,4 litri non aiuta molto, una cosa è certa: ogni dettaglio conta.

II- Comodità d’uso

Il robot aspirapolvere iRobot Roombac continua la tendenza alla semplificazione. Come semplice modello, la pulizia stessa assume un significato completamente nuovo. Naturalmente, è necessario disporre dell’app e configurarla per poter usufruire dell’intera gamma di opzioni.

Almeno è possibile avviare manualmente una pulizia. I pulsanti sulla parte superiore funzionano molto bene e a volte evitano di dover utilizzare l’applicazione. Non c’è bisogno di noiose impostazioni per capire come funziona.

Al primo avvio, esegue una prima scansione dell’intera stanza per eseguire una mappatura affidabile. Chi conosce il marchio lo vedrà come una sorta di recensione. Se avete già l’applicazione, dovete solo assicurarvi che riconosca il nome della vostra serie di robot.

Nel nostro caso, è chiaro quale sia. Quindi, come nel caso di iRobot Roomba e5154, verrà visualizzato un menu di controllo delle configurazioni da convalidare.

Una volta fatto questo, l’ultimo passaggio, “attivazione del Roomba”, occuperà lo schermo. Questa fase è semplice: il robot invita a premere contemporaneamente due dei pulsanti sul cofano. In particolare, il comando “Spot” e quello “Ritorno alla base”. È quindi possibile utilizzarli.

Per il resto, tutto si risolverà da solo. L’applicazione intuitiva vi guiderà attraverso il processo di pulizia. Una cosa è chiara: a tutti noi piace usare l’aspirapolvere Roomba i3+. Le due ruote consentono inoltre di spostarlo facilmente all’interno della stanza.

Ricordate che Roomba i3+ è compatibile con il robot lavapavimenti connesso iRobot® Braava jet m6134. I robot sono in grado di lavorare in tandem, uno aspira e l’altro lava il pavimento e la moquette.

III- Capacità di aspirazione: è davvero un robot aspirapolvere per peli di cane?

Il robot aspirapolvere iRobot Roomba i3+ è molto efficiente. Durante il nostro test, abbiamo notato che non è efficace solo sui peli di animali domestici. È un aspirapolvere che aspira davvero tutto: sporco, detriti, fibre… Nessun pelo o animale domestico può resistere al suo passaggio. Abbiamo iniziato con una prova con la farina su un pavimento duro: ha vinto senza difficoltà.

Tuttavia, come misura preventiva, sarebbe meglio iniziare a liberare completamente lo spazio. Per non rallentare i movimenti quando ci si sposta nella stanza. Più il campo è chiaro, più la pulizia è efficace. Contro ogni aspettativa, questo robot non dispone di diverse modalità di pulizia.

Tutto è stato messo in atto per facilitare questo compito. Avrete accesso a un’esclusiva modalità “Spot tramite il comando dedicato. Si trova sopra il robot, la modalità Spot è progettata appositamente per le attività locali. Qui il robot gira a spirale. Se necessario, può cambiare direzione e tornare al punto di partenza.

Il sistema di spazzole e la potenza di aspirazione, 10 volte superiore a quella della serie Roomba 600, confermano l’innovativa aspirazione di questo robot. L’aspirazione è di ottima qualità e non lascia nulla. A differenza dei suoi diretti concorrenti, il robot aspirapolvere iRobot Roomba i3552/3558 è dotato di due spazzole. Questa combinazione ottimizza perfettamente le prestazioni complessive del dispositivo.

Come iRobot Roomba 971, dispone di due spazzole antigroviglio perfettamente adatte a rimuovere i peli di cane e altre fibre. È l’emblema dell’accoglienza degli animali domestici. Dotato di un intelligenza di navigazione avanzataSi adatta allo stile di vita dell’utente e fornisce assistenza.

Prendiamo il caso in cui i capelli si siano accumulati in una particolare area della casa. Nessun problema, il robot lo aspira in poche passate. Un alleato indispensabile nel periodo in cui gli animali domestici perdono il pelo, ad esempio.

IV- Sistema di navigazione

Tenendo conto del fatto che questo robot aspirapolvere per peli di animali domestici è dotato di un sistema di navigazione intelligente, i risultati hanno superato le nostre aspettative. La sua navigazione è più che corretta e ci sorprende.

A differenza del Roomba 981, questo non ha una fotocamera, ma si affida al suo sistema di sensori per essere metodico nei movimenti. Tuttavia, durante i test, una o due volte ha mancato gli ostacoli, finendo in mezzo ad essi. Ma trova sempre la strada per tornare indietro e non si blocca come alcuni aspirapolvere entry-level.

L’aspetto principale che gli manca è il fatto di non riuscire a orientarsi con grande precisione, visto il prezzo di 500 euro. Nonostante questo, cerca di fare un lavoro migliore per entrare negli spazi più stretti.

A volte è un po’ confuso Ad esempio, la pulizia avviata può avere una traiettoria verticale vista dall’alto. In seguito, la traiettoria cambia e diventa orizzontale senza preavviso. Inoltre, può andare in una direzione discendente, ma alla fine il risultato sarà comunque corretto.

Inoltre, data la sua difficoltà, come quella di altri robot, ad affrontare un numero eccessivo di ostacoli, il più delle volte si consiglia di anticipare. È meglio sgombrare il campo da ogni possibile oggetto per non rallentare il processo. Anche se riesce a evitare gli ostacoli, la qualità della pulizia dipende da questo. Più li evita, migliore sarà il risultato della pulizia.

V – Livello di rumore

Il robot aspirapolvere iRobot Roomba i3+ ha un livello sonoro moderatamente basso. Abbiamo misurato un livello sonoro di circa 58 dB a una distanza di poco superiore a un metro. Si tratta di un risultato molto migliore di quello ottenuto dall’iRobot Roomba 692, che è un po’ più rumoroso.

C’è solo un piccolo inconveniente. Il livello di rumore aumenta notevolmente quando la stazione di aspirazione è accesa. In questo caso, abbiamo misurato quasi 84 dB e il rumore diventa progressivamente fastidioso.

VI- Autonomia

Con una batteria di soli 1.800 mAh, non possiamo aspettarci prestazioni di resistenza medie. Infatti, per una superficie di 55 m2 , ad esempio, il robot impiegherà in media 92 minuti, un tempo molto ridotto. Ciò significa che gli utenti con spazi ampi dovranno avere pazienza.

È vero che questo robot aspirapolvere torna da solo alla sua stazione di ricarica. Il suo vantaggio è anche la capacità di ricaricarsi rapidamente, bastano pochi minuti per farlo. 60 minuti per la ricarica. Poi ritorna per continuare la pulizia al livello in cui si era interrotta.

VII- Applicazione e connettività

Come al solito, tutto, dal download dell’applicazione all’accoppiamento. L’applicazione Roomba Home è efficiente e facile da usare. Le ambientazioni sono molto varie. Tuttavia, se non li capite, potete utilizzare la guida al primo utilizzo.

È possibile impostare i programmi di pulizia secondo una frequenza giornaliera, specificando gli orari richiesti. Fate solo attenzione alla scelta dell’orario, rispettando il principio AM o PM. Questo per evitare di svegliare la famiglia nel cuore della notte.

Compatibile con i comandi vocali di Alexa e Google Assistant, l’esperienza è migliore. Inoltre, è possibile adattare l’interazione alla propria lingua nazionale. A parte tutte queste impostazioni, non abbiamo trovato particolari aggiunte. Come promemoria, eseguite sempre gli aggiornamenti proposti dall’applicazione.

Tutti i Roomba mantengono la rotta con la loro app Companion. Ancora molto esplicita sulle aree da pulire, l’app è comunque molto utile. Tenete presente che alcune funzioni richiedono spesso una connessione Wi-Fi di buona qualità. Le opzioni di pianificazione delle pulizie per più giorni, ad esempio, sono molto utili.

Questo è ciò che ci piace davvero di questa applicazione. Il fatto che possa funzionare con servizi di terze parti “IFTTT” e fornire una migliore localizzazione dello smartphone.

D’altra parte, avremmo voluto che fosse in grado di mostrare l’insieme delle stanze pulite e non solo una parte. Le aree non accessibili non sono indicate. Inoltre, non è possibile delimitare le aree vietate con una barriera virtuale come nel caso di Laresar L6 Pro.

VIII- Manutenzione di iRobot Roomba i3552

Le due spazzole multisuperficie sono difficili da aggrovigliare durante la pulizia. Il semplice fatto che non trattengano le fibre lasciate è un salvavita. Rimovibili, la loro pulizia non costa quasi nulla, se non un po’ di tempo e di attenzione. In media, è consigliabile Rimuovere per una migliore pulizia dopo 8 settimane circa.

Anche in questo caso, è bene tenere presente che si tratta di utenti meno abituali. Per gli utenti più scrupolosi, è meglio assicurarsi che lo facciano entro un periodo più breve di 6 settimane. La tendenza del pelo degli animali domestici determina anche la frequenza della pulizia della spazzola.

Il collettore è di facile accesso e si trova proprio sotto il robot. Per uno svuotamento automatico migliore, la botola in dotazione rende lo svuotamento ancora più semplice. Ciò significa che la stazione di svuotamento è automatica per svuotare lo sporco dal sacchetto da 0,4 L. Non è richiesta alcuna azione da parte vostra. L’unico compito sarà quello di cambiare il sacchetto della polvere in media una volta al mese.

Allo stesso modo, si dovrebbe pensare di pulire i filtri come se si trattasse di un normale aspirapolvere.

Nel peggiore dei casi, sostituiteli, altrimenti il robot diventerà una massa di particelle allergeniche. A questo punto, la filtrazione non è più necessaria. Il collezionista di questo robot aspirapolvere per peli di cane è molto pratico e si chiude bene.

Senza causare perdite nel processo. Inoltre, la manutenzione stessa, limitata a poche operazioni, è molto pratica.

IX- I diversi accessori

Se si intende acquistare iRobot Roomba i3552, si ottiene una combinazione perfetta di accessori. Roomba è sempre stato un po’ ostico quando si tratta di gadget. Tuttavia, il costo delle borse non è insignificante e quindi per il ricambio è bene approfittare di quelle offerte dal marchio.

  • Una base di carico
  • Spazzola laterale
  • Due spazzole in gomma
  • Un cavo di alimentazione
  • Un filtro aggiuntivo
  • Due sacchetti anti-allergeni

X- iRobot Roomba i3+ i3552 vs iRobot Roomba i3152: quale acquistare?

Entrambi i Roomba mantengono la stessa filosofia e continuano a catturare la nostra attenzione. Avendo avuto l’opportunità di effettuare un test approfondito su entrambi i modelli, siamo stati in grado di individuare le reali differenze. Se non siete sicuri di quale sia quello giusto per voi, vi aiuteremo.

Partiamo dal design: i due dispositivi sono abbastanza simili. In effetti, condividono l’effetto semi-marmorizzato sul cofano, che è molto attraente. Tuttavia, iRobot Roomba i3+ è dotato di una stazione di svuotamento automatico. D’altra parte, il Roomba i3152 è più leggero di 200 g rispetto alla sua controparte.

Le capacità di aspirazione non cambiano davvero. Entrambi sono robot efficienti e piacevoli da usare nel tempo. I peli degli animali domestici non potranno resistere a ogni singolo passaggio. Le prestazioni di entrambi i robot per quanto riguarda il suolo e le fibre (generalmente 96%) sono abbastanza soddisfacenti.

Ora, in riferimento alle varie caratteristiche, partiamo dalla stessa base. Nessuno dei due ha un laser o una fotocamera, entrambi si affidano interamente ai loro sensori. Eppure, essi si comportano abbastanza bene quando si spostano. A volte possono incontrare ostacoli, ma riescono sempre a ritrovare la strada.

Tenendo conto di tutti questi criteri, se il prezzo dell’iRobot Roomba i3+ non è un ostacolo per voi, potete anche optare per questa soluzione. Almeno la stazione di svuotamento farà una grande differenza in termini di manutenzione. Quest’ultimo costa 130 euro in più rispetto all’iRobot Roomba i3152.

Punti di forza e di debolezza di iRobot Roomba i3+

Punti positivi

  • Viaggia abbastanza bene tra gli ostacoli
  • Buona autonomia e capacità di aspirazione.
  • 2 estrattori in gomma per una pulizia profonda.
  • Tecnologia “Dirt Detect”.

Punti di debolezza

  • Meno efficiente su tappeti spessi.
  • Lievi problemi con gli angoli
Default image
massimo