13 errori di aspirazione che fai

13 errori di aspirazione che fai Blog

Passare l’aspirapolvere è una delle faccende domestiche più semplici. Si imposta l’apparecchio, lo si collega – se non è senza fili – e si aspira la stanza che si vuole pulire. Sembra semplice, vero? Ed è così, ma per un risultato professionale, vi consigliamo di controllare questa lista. Solo il pro lo adempiono nella sua interezza. Vogliamo controllare?

Passare l’aspirapolvere prima di pulire il resto della casa 2.

Ovvio, no? Ma può essere che la fretta e la voglia di finire il prima possibile ci invitano ad aspirare prima di finire di spolverare. Ed è che, quando si pulisce può cadere a terra, il che rovinerebbe il lavoro già fatto, anche se non si percepisce a prima vista. L’ideale è pulire prima la polvere e lasciare il pavimento per ultimo.

2. Non rimuovere a mano gli oggetti più grandi.

Se vedete una moneta, delle forcine, una graffetta o un giocattolo dei vostri figli, è meglio rimuoverlo a mano. Oggetti piccoli ma duri possono intasare l’aspirapolvere o, peggio, danneggiarlo. Per evitarlo, prima fate il giro della stanza e rimuovete tutto ciò che vedete.

3. Andare troppo veloce

Per aspirare bene ogni stanza, bisogna prendersi il proprio tempo. Per prima cosa, raccogliete dal pavimento tutto ciò che potrebbe essere un ostacolo, dalle pantofole alle monete, agli oggetti minuscoli o ai piccoli giocattoli. E non limitatevi alle aree che potete vedere. Per pulire VERAMENTE, iniziate dagli angoli e non dimenticate di pulire prima i battiscopa. Dopo di che, bisogna andare lentamente, permettendo all’aspirapolvere di assorbire tutta la polvere e i peli.

4. Non spostare i mobili

Se non li muovete, ci sarà sempre polvere e, non appena li arieggiate, vedrete come le palline di polvere cominciano ad uscire da posti inaspettati. Per una pulizia efficace dovrete spostare i mobili e passare l’aspirapolvere sotto e dietro di essi, poiché la polvere tende ad accumularsi anche negli schienali.

5. Vuoto in una sola direzione

Soprattutto i tappeti. I tappeti sono costituiti da anelli, quindi la polvere si accumula ovunque, non solo in una direzione. Comincia quindi ad aspirare il tappeto da sinistra a destra e poi dall’alto in basso. Questo aspirerà le fibre in tutte le direzioni e manterrà il tappeto come nuovo più a lungo.

6. Non pianificare la tua “strategia

Pensate prima a quali stanze passerete l’aspirapolvere e andate una per una, dopo averle pulite, e per non portare lo sporco da un posto all’altro. E prima di accendere l’apparecchio, rimuovere ogni possibile ostacolo: sedie, mobili, pouf… Alla fine, risparmierete energia e il risultato sarà perfetto.

7. Aspettate che il sacchetto sia pieno per svuotarlo.

Idealmente, ogni volta che si finisce di usare l’apparecchio, si dovrebbe svuotare il sacchetto. Infatti, otterrete risultati migliori se il sacchetto della polvere del vostro aspirapolvere è vuoto. Non solo questo migliorerà le prestazioni della macchina, ma ne prolungherà anche la durata.

8. Credere che i filtri durino per sempre

Controlla le istruzioni del produttore per vedere quanto tempo fa avresti dovuto cambiare il filtro, non l’hai fatto? Hanno una certa durata di vita e, dopo quel punto, l’aspirapolvere perde efficacia e potere di assorbimento. Se ne avete uno, rinnovatelo. In caso contrario, controllate se il produttore li vende ancora.

Se sono riutilizzabili, puliscili e lavali sotto il rubinetto quando noti che la macchina perde potenza di aspirazione. Di solito sono fatti di schiuma. Aspettare che si asciughino completamente prima di sostituirli.

9. Non pulire l’aspirapolvere

Un errore più comune di quanto si pensi. Quanto spesso usate l’aspirapolvere? Se è molto, dovrai pulire l’apparecchio almeno una volta al mese. Usare un panno umido per pulire l’esterno. Nel frattempo, bisogna lavare i filtri e il serbatoio dell’aspirapolvere con acqua fredda e secondo le istruzioni del produttore.

10. Non usare gli accessori giusti

Usa l’attacco angolare per poter pulire comodamente gli angoli di ogni stanza, anche con pavimenti in legno. Se non lo si fa frequentemente, la polvere e lo sporco possono accumularsi a tal punto che è quasi impossibile rimuoverli.

11. Usare l’aspirapolvere solo per il pavimento

Puoi anche usarlo per aspirare cassetti, scaffali, soffitti e angoli, griglie e condotti di ventilazione, le guide di porte e finestre – essenziali se vuoi pulirle bene ed evitare che si blocchino nel tempo -, l’interno dell’auto… E sono sicuro che puoi pensare a qualche altro posto.

12. Spostarsi da una stanza all’altra con l’aspirapolvere acceso.

Anche se attualmente gli aspirapolvere che sono commercializzati ha etichetta energetica, fino al 2014 questi apparecchi potrebbero arrivare ad avere molto più potere del necessario, che ha comportato una spesa maggiore. Evitare sempre di lasciare l’apparecchio acceso se ci si ferma per togliere qualcosa dal pavimento o quando si cambia stanza, soprattutto se l’aspirapolvere ha diversi anni. E se stai pensando di rinnovarlo, ecco i migliori consigli su come scegliere un aspirapolvere: sarai sicuro di fare bene!

13. Aspirare cose che non si dovrebbero

Vetri rotti, cose bagnate, cenere del camino o polvere di costruzione possono danneggiare l’aspirapolvere, ostruendolo o rovinando i filtri. Per il vetro, è meglio usare la carta di giornale, con molta attenzione. Le cose umide, con un panno o carta da cucina, e la cenere o la polvere di costruzione è meglio farlo con una macchina speciale per questo, poiché le particelle sono così piccole che possono danneggiare l’aspirapolvere.

Condividi con gli amici
Rate author
( 2 assessment, average 5 from 5 )
Lamiglioreaspirapolvere.com